POS ai professionisti: serve davvero?

pos_t

Dal 30 giugno dello scorso anno commercianti, professionisti, esercenti ed aziende devono dotarsi di un POS per accettare pagamenti e prestazioni superiori ai 30 €. Ad oggi la disposizione è disattesa dalla maggior parte delle figure coinvolte complice soprattutto l'elevato costo di mantenimento di questo sistema di pagamento e la mancanza di sanzioni per chi non lo esegue.

 

 

Per ovviare a questo problema è in Senato un disegno di legge che rivoluziona ahimè questa legge: l'introduzione di multe per chi non si adegua al provvedimento e salatissime. Stiamo parlando di 500 euro di multa per chi non rispetta l'obbligo e di adeguarsi entro 30 giorni. Ma c'è un lato positivo: per chi decide di dotarsi di POS il disegno di legge propone una non meglio specificata “detrazione dall’imponibile reddituale del costo percentuale di ciascuna transazione” eseguita tramite POS.

Questo disegno lascia molto perplessi, soprattutto i professionisti. Da un lato il provvedimento ha lo scopo di evitare pagamenti non tracciati e questo è lodevole, dall'altro lato obbliga una certa categoria di professionisti che solitamente non viene pagata in contanti ma tramite bonifici bancari e assegni (entrambi tracciati) a dotarsi di questo sistema. Il lavoro sommerso di certo non si combatte così e questo obbligo fa ricadere sui professionisti ulteriori spese in un settore già in forte crisi economica. Non si capisce poi il limite dei 30 euro: come negli Stati Uniti, ormai abituati a pagarsi anche il caffè con la carta di credito, bisognerebbe aprire a tutti i pagamenti, annullando le altissime commissioni bancarie sulle transazioni che fanno storcere il naso a chi riceve il pagamento. Mettendosi dalla parte dell'esercente e del professionista: "Perché devo pagare sul mio corrispettivo dovuto se sto aiutando in questa maniera lo Stato a tracciare i pagamenti?". La battaglia è aperta, staremo a vedere cosa succederà. Stay tuned!10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *