Il cartello di cantiere: esporlo è un obbligo anche per il Committente

Sembrerà una cosa banale ma l'obbligo di esposizione del cartello di cantiere non è solo un obbligo per il costruttore e per il direttore dei lavori ma anche per il Committente.

cartello-concessione-edilizia

Se è il famoso DPR n.380/2001 a dirlo, lo ribadisce anche la sentenza n. 38380 del 22/09/2015 della Corte di Cassazione. La Corte infatti sottolinea che il Committente, non esponendo il cartello, omette vigilanza a cui è tenuto per il fatto che l'opera è un suo preciso interesse. Ogni Committente ha l'obbligo di accertarsi che i lavori siano eseguiti in conformità alle prescrizioni amministrative perché la responsabilità penale, che grava sul destinatario di un obbligo imposto dalla legge, non può essere delegata ad altri.

Testo della sentenza: "il committente-proprietario, autonomamente responsabile per legge, non può legittimamente abdicare al proprio obbligo di osservanza semplicemente facendo leva sul fatto di avere affidato  i lavori a persona esperta e competente come appunto il direttore dei lavori, non essendo tale solo fatto sufficiente a far venire meno la culpa in vigilando incombente sul committente stesso."

Occhio al cartello quindi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *