Contributi sul risparmio energetico in FVG: al via il bando

Il-bene-casa.jpg_after

È stato pubblicato il Bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa.

 

A chi è rivolto

Sono beneficiari dei contributi i soggetti privati proprietari o comproprietari di immobili nei quali abbiano la residenza anagrafica al momento della domanda e la conservino fino all’erogazione del contributo.

Interventi ammessi

Interventi di manutenzione straordinaria limitatamente ad una o più delle seguenti tipologie:

a) messa a norma di impianti di utilizzazione dell’energia elettrica;
b) realizzazione di impianti domotici finalizzati all’ottimizzazione dei consumi energetici;
c) installazione di impianti solari termici di cui all’articolo 16, comma 1, lettera m) della legge regionale 11 novembre 2009, n. 19 (Codice regionale dell’edilizia);
d) installazione di impianti solari fotovoltaici di cui all’articolo 16, comma 1, lettera m) della legge regionale 19/2009 con eventuale sistema di accumulo ad energia solare o installazione di accumulatore ad energia solare nel caso di impianti esistenti;
e) installazione di impianti geotermici;
f) installazione di caldaie finalizzate al riscaldamento dell’abitazione e relativo eventuale adeguamento dell’impianto;
g) realizzazione dell’isolamento termico, relativamente al solaio di copertura o del sottotetto;
h) realizzazione dell’isolamento dell’involucro edilizio di cui all’articolo 16, comma 1, lettera l) della legge regionale 19/2009, relativamente alle pareti esterne verticali;
i) sostituzione di serramenti.

Entità del contributo

Il contributo è assegnato con il procedimento valutativo a bando di cui all’articolo 36 della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso) nei limiti delle disponibilità finanziarie previste, nella misura del 50 per cento della spesa ritenuta ammissibile, e comunque, nell’importo non superiore a 10.000,00 euro.

Modalità di trasmissione della domanda e termini

La domanda di contributo, in regola con la normativa vigente in materia di imposta di bollo (€16,00), deve pervenire, redatta sul modello “Allegato 1 – Domanda”, entro settanta giorni dalla pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione, esclusivamente con le seguenti modalità:

  1. con posta raccomandata
  2. tramite pec – posta elettronica certificata

Le domande dovranno pervenire entro 70 giorni dalla pubblicazione del bando sul BUR.

Per maggiori informazioni consultare la pagina della Regione Friuli Venezia Giulia Bando FVG.

 

2 pensieri su “Contributi sul risparmio energetico in FVG: al via il bando

  • Sicuramente ogni iniziativa in questa direzione è da apprezzare, però secondo me le regole di questo bando andavano un pò riviste. Da una parte esiste un punteggio che giustamente premia chi decide di effetuare più interventi migliorativi ma dall'altra chi decide di investire su più opere sicuramente andrà a spendere molto più di 20.000 mila euro. Di conseguenza avrà molti più vantaggi nello sfruttare le detrazioni. Una persona che potenzialmente avrebbe diritto al massimo punteggio secondo me meno di 70 mila € non spende il che vorrebbe dire più di 45 mila € di ritorno in 10 anni (al 65%) contro i 10 mila del contributo in questione. Una bella differenza. Personalmente credo che si sarebbe potuto permettere di andare in detrazione con la parte di capitale a carico dell' utente. Saluti 🙂 

  • Penso che il ragionamento dell’Amministrazione Regionale sia stato quello di dare un aiuto subito, dando concretamente un contributo (aiutando le persone a tempo 0) e non con una detrazione che ha degli effetti a lungo tempo. Sicuramente anche per smuovere il comparto dell’edilizia che attualmente è fermo. Ad ogni modo sono d’accordo con lei che per la restante parte avrebbero almeno potuto concedere le detrazioni fiscali!

    Un saluto e grazie per la riflessione! 🙂

    Eva De Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *